Come diventare un bersaglio difficile

Come diventare un bersaglio difficile

La violenza nei confronti delle donne è stata ed è tuttora un fenomeno molto diffuso poiché ritenute più deboli degli uomini. Un pericolo che non si corre solo attraversando luoghi malfamati, scarsamente illuminati, isolati e quindi incappando in qualcuno di ‘brutto, sporco e cattivo’.


Come per le malattie, la migliore autodifesa è la prevenzione, e la prima arma per prevenire è la conoscenza del pericolo stesso.
Con questo libro Nia Guaita intende offrire “a ogni donna, di qualunque età, al di là della preparazione fisica, la possibilità di sapere innanzitutto come evitare le situazioni pericolose e, se la prevenzione non è stata sufficiente, cosa fare se il pericolo è incombente. Deve essere più consapevole e sapere cosa può succedere se corre troppi rischi. Deve essere sensibile al problema della violenza, con tanta voglia di reagire e dire NO alla violenza.” L’autrice, affronta l’argomento filtrandolo attraverso il suo background culturale e formativo, valorizzando le potenzialità di tecniche quali la Comunicazione Non verbale (CNV) e il FACS (Facial Action Coding System). Grazie a ‘Come diventare un bersaglio difficile’ Nia Guaita contribuisce a “far emergere dall’invisibilità e dal silenzio comportamenti violenti talmente connaturati con la tradizione, i valori dominanti e, in certi casi, le leggi da passare inosservati, quasi facessero parte della ‘natura’ e delle normali relazioni tra persone.”

 


CC_all_rights_150All rights reserved

 

 


 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedIn